--> Terapie Fisiche – Fisiomed
0523 590327 Contatti

La TERAPIA FISICA prevede l’impiego di:

clicca il nome per i dettagli

La magnetoterapia è una tecnica che sfrutta i benefici dei campi magnetici a scopo curativo e riabilitativo.
Se applicata sul nostro corpo, l’azione dei campi magnetici è in grado di ristabilire l’equilibrio biochimico delle cellule qualora questo sia compromesso, ripristinando la corretta funzionalità della membrana cellulare.
Le onde utilizzate nella magnetoterapia sono del tipo non-ionizzanti e quindi non invasive cioè non vengono assorbite dagli organi o dai tessuti, ma esercitano solamente un’azione biofisica su di essi.
La magnetoterapia trova applicazione praticamente in tutte le patologie caratterizzate da dolore, infiammazione, deficit funzionale e vascolare.
I principali benefici per il nostro organismo:
• Espleta un’azione antinfiammatoria
• ha un effetto antalgico/antidolorifico
• aumenta la resistenza e la mineralizzazione ossea
• accelera la calcificazione delle fratture
• aumenta l’irrorazione vascolare e la velocità di scorrimento del sangue
• migliora la circolazione periferica
• accelera la cicatrizzazione di ferite, piaghe e la guarigione dei tessuti molli
• migliora il metabolismo della cute
• svolge un’azione antinvecchiamento dei tessuti
La Tecar è indicata per trattare patologie articolari e muscolari, traumi, tendinopatie, patologie dei nervi, dolori acuti o cronici. Per fare tutto questo ci si serve di un’apparecchiatura elettromedicale, che genera un campo magnetico ad elevata frequenza, collegata ad una piastra metallica che deve essere posizionata a contatto con la zona da trattare.
Questa moderna tecnica curativa si può utilizzare dunque in caso di:
• Lesioni muscolari
• Lesioni ai tendini
• Lesioni ai legamenti
• Stiramenti e strappi muscolari
• Distorsioni
• Edemi
• Tendiniti
• Borsiti
• Traumi
• Cervicalgie
• Lombalgie e lombo-sciatalgie
• Lesioni del menisco
• Algie
• Fascite plantare
• Sindrome pubalgica
• Riabilitazione post-operatoria
I migliori risultati che si ottengono con la Tecarterapia sono nel trattamento di problemi a colonna vertebrale, piedi e mani, spalle, caviglie, ginocchia o anca. La Tecar è molto utilizzata nel trattamento degli sportivi grazie ai suoi risultati particolarmente rapidi.
L’ultrasuonoterapia utilizza vibrazioni sonore ad intensità variabile, che penetrano nel tessuto sottocutaneo.
L’irradiazione ultrasonora produce un effetto pulsante meccanico (micro-massaggio) ed un effetto termico che, sommandosi, facilitano ed esaltano gli scambi cellulari ed intracellulari.
Possono essere dunque utilizzati per le seguenti patologie: tendinopatie inserzionali, tendiniti, tendinosi e tenosinoviti, epicondiliti ed epitrocleiti, sindrome da implingement (conflitto sub-acromiale della spalla), forme artrosiche, Morbo di Dupuytren, cicatrici ad evoluzione cheloidea, edemi, contusioni, distorsioni.
TENS è l’acronimo di TransCutaneous Electrical Nerve Stimulation (stimolazione elettrica nervosa transcutanea), una tecnica medica complementare, utilizzata soprattutto per controllare alcune condizioni dolorose acute o croniche.
La TENS consiste nell’applicazione sulla cute di lievi impulsi elettrici che attivano fibre nervose di grosso diametro, riducendo la percezione del dolore.
Il laser è un’emissione di luce ad altissima potenza e le sue applicazioni dipendono dalla lunghezza d’onda della sorgente luminosa utilizzata. Nella laserterapia la luce laser viene defocalizzata per sfruttarne essenzialmente il potente effetto antinfiammatorio ed antidolorifico. La sua azione è benefica per varie patologie: tendiniti, infiammazioni, contratture muscolari, artrosi e postumi traumatici.
Innovativa Terapia Dinamica K-Laser: il trattamento risulta rapido ed il comfort di applicazione elevato; si adatta a tutte le patologie che interessano la fisioterapia, biostimolando i tessuti danneggiati e agendo sull’immediato sollievo del dolore. Azione di analgesia, riduzione dell’infiammazione, biostimolazione ed effetto antimicrobico.
La Terapia K-Laser penetra in profondità nei tessuti e ne accelera la rigenerazione, aumentando l’energia disponibile alle cellule. Le cellule possono assorbire più velocemente i principi nutritivi ed eliminare le sostanze di scarto. Come risultato dell’esposizione alla luce laser, le cellule che compongono i tendini, i legamenti ed i muscoli, vengono riparate più velocemente.
Il laser CO2 pulsato consiste in un raggio ad anidride carbonica che agisce sul contenuto d’acqua delle cellule, vaporizzandole.
Il bersaglio del laser CO2 è quindi l’acqua contenuta all’interno delle cellule, senza danneggiare o ustionare i tessuti circostanti. Ha effetto antinfiammatorio ed antalgico sui tessuti periarticolari e sui muscoli. Trova indicazione nelle tendiniti e contratture.
la ionoforesi è la tecnica elettroterapica più utilizzata per curare, in modo efficace e indolore, diversi disturbi e patologie: dall’artrosi alla sciatica, dagli strappi muscolari all’iperidrosi.
Praticata con successo in ambito medico e fisioterapico da molti anni, la ionoforesi viene eseguita soprattutto con trattamenti a corrente continua e pulsata con appositi macchinari in grado di trasferire i medicinali nell’epidermide allo stato ionico, evitando così l’iniezione mediante aghi e non causando alcun tipo di dolore.
La corrente, infatti, veicola il farmaco ionizzato attraverso due elettrodi posizionati ad una breve distanza l’uno dall’altro consentendo alle soluzioni medicamentose di “dirigersi” direttamente alla fonte del disturbo fino al totale assorbimento
Le onde d’urto sono onde acustiche che trasportano alta energia alla zona del dolore. Questa energia provoca guarigione, processi rigenerativi e riparativi delle ossa e dei tessuti molli. Nella maggior parte dei casi avviene un’immediata riduzione del dolore, così come un miglioramento della mobilità e della funzionalità. La terapia è priva di effetti collaterali, non è invasiva e porta risultati duraturi.
Ha un effetto antalgico e di ripristino del microcircolo locale. L’ozonoterapia utilizza una miscela di ossigeno ed ozono per scopi terapeutici; l’obiettivo del trattamento consiste essenzialmente nell’aumentare la quantità disponibile di ossigeno, o dei suoi radicali, attraverso l’introduzione di ozono nel corpo.
La cavitazione viene utilizzata nei trattamenti estetici per ridurre pannicoli di adipe localizzata o cellulite; è un trattamento non invasivo effettuato tramite apparecchiature che generano ultrasuoni a bassa frequenza.